Pannelli Solari: le differenze tra i termici ed i fotovoltaici

I Pannelli solari si distinguono in termici e fotovoltaici, e pur facendo parte della stessa famiglia, e nonostante sfruttino gli stessi principi svolgono delle funzione molto diverse. Quindi per pannelli solari si intendono tutti quei pannelli che sfruttano l’irradiazione del sole e la trasformano in energia. Tuttavia qui terminano le attinenze, e di conseguenza anche i fattori da considerare prima del loro acquisto, le normative e i trattamenti fiscali.

 

Pannelli solari termici: funzioni e caratteristiche

I pannelli solari termici sfruttano l’energia ottenuta tramite l’irradiazione del sole per riscaldare l’acqua sanitaria. Prima di procedere alla loro installazione bisogna considerare la quantità di acqua che si vuole riscaldare ( i pannelli si dividono in funzione del tipo di struttura e per capacità dei serbatoi, espressa in litri), e se si vuole optare per quelli con serbatoio pressurizzato, non pressurizzato o integrato. Tutti sono accompagnati da una garanzia di 5 anni, permettono la detrazione fiscale perché rientrano nelle opere per la riqualificazione energetica, ed alcuni permettono di collegare l’acqua calda alla lavatrice o alla lavastoviglie per ottenere un ulteriore risparmio energetico. Il tipo di scelta su un modello rispetto ad un altro è condizionato dall’esposizione al sole e possibilità di orientamento, ma anche dalle condizioni climatiche, anche se generalmente la resistenza dei pannelli è garantita dall’impatto con la grandine, ma fino a granelli di 25 mm.

 

Pannelli solari fotovoltaici: energia ma non solo

I pannelli solari fotovoltaici invece sfruttano l’irradiazione del sole per trasformarla in energia elettrica da destinare all’alimentazione degli impianti elettrici. Grazie all’inverter l’energia elettrica viene trasformata in corrente alternata, ma questo fa sì che in parte svolgano anche la funzione dei pannelli solari termici (per la parte di energia che permette il riscaldamento dell’acqua, un aspetto importante ai fini della detrazione fiscale). Vi sono impianti fotovoltaici ad accumulo (soprattutto per gli impianti fotovoltaici a isola), e quelli che funzionano in regime di scambio (gli impianti fotovoltaici collegati alla rete).

 

Pannelli solari fotovoltaici prezzi: i fattori che li condizionano

Per i pannelli solari fotovoltaici bisogna considerare ovviamente l’esposizione, l’ombreggiatura e le condizioni climatiche, ma si hanno molte più possibilità di scelta (che condizionano il prezzo dell’impianto fotovoltaico), quali la purezza del materiale, le dimensioni dei moduli fotovoltaici, e di conseguenza dei pannelli solari fotovoltaici, e le dimensioni dell’impianto che a sua volta viene determinato dal numero di kw di potenza dell’impianto stesso (viene diviso in piccoli impianti, medi e grandi impianti). Le performance del pannello solare fotovoltaico vengono valutate sulla base di alcuni parametri che permettono di definire il rendimento, la potenza nominale (Pmax), la tensione a circuito aperto (COV), e la corrente di corto circuito (ISC). Questi valori, per permettere la comparazione tra diversi pannelli e diversi produttori vengono ottenuti basandosi sull’irradiazione di 1000 W / m² a una temperatura ambiente costante di 25 °C (che rappresentano le condizioni ottimali). Le innovazioni tecnologiche hanno portato i produttori a garantire la durata dei pannelli fotovoltaici per 5 anni sui moduli per difetti di fabbrica,10 anni sulla produzione di energia elettrica al 90% della potenza nominale e 25 anni all’80%. Un’altra differenza tra i pannelli solari termici e fotovoltaici consiste nel fatto che i secondi usufruiscono degli incentivi che il Governo pagherà per 20 anni, mentre per la detrazione fiscale, questa è possibile solo per la componente dell’impianto che svolge la funzione di pannelli solari termici.