Impianti Fotovoltaici: differenze, incentivi e Conto Energia

Il fotovoltaico è in forte espansione soprattutto grazie all’installazione di un numero crescente di pannelli fotovoltaici, ed al conseguente calo dei prezzi per l’installazione di un impianto fotovoltaico. Ovviamente i prezzi, e di conseguenza i costi degli impianti fotovoltaici, dipendono da numerosi fattori, quali la potenza installata, il tipo di pannelli fotovoltaici utilizzati (tipo di materiale, ubicazione, posizionamento, dimensioni, ecc), il clima, e la tipologia stessa dell’impianto.

 

Impianti fotovoltaici a isola o connessi

Esistono due tipi di impianti fotovoltaici:
– impianti con pannelli fotovoltaici a isola o Stand alone: si tratta di impianti autosufficienti, non integrati alla rete di corrente elettrica. Fanno parte di questo tipo anche impianti fotovoltaici per camper, o per pensiline, tettoie, lampioni ed illuminazione da giardino. Raramente vengono utilizzati per garantire l’elettricità di unità abitative;
– impianti fotovoltaici connessi alla rete o Grid Connect: è la forma più diffusa, con l’impianto collegato alla rete elettrica nazionale, con la quale ha un rapporto di scambio (sistema di compensazione utilizzato dalle unità abitative tra energia ceduta in eccesso, e energia utilizzata in situazioni di insufficienza), oppure di produzione e vendita (ma si tratta dei grandi impianti finalizzati a questo tipo di produzione).

 

Impianti fotovoltaici, le differenze, l’impatto sui prezzi e gli incentivi

La differenza tra i due tipi di impianti fotovoltaici è importante non solo sotto il profilo dei costi e dei prezzi dell’impianto fotovoltaico ma anche per quanto riguarda l’entità degli incentivi statali previsti dal conto energia (ovvero il decreto legislativo a cui le leggi rinviano la determinazione dei criteri di calcolo e dei requisiti necessari per usufruire dell’accesso agli incentivi stessi).

 

Impianti fotovoltaici: il Conto Energia e finanziamenti agevolati

Infatti gli impianti vengono distinti dal Conto Energia in:
– Piccoli impianti fotovoltaici, ovvero quelli che hanno una potenza nominale inferiore a 20 kWp;
– Medi impianti che sono quelli con una potenza nominale che va da 20 kWp e 50 kWp;
– Grandi impianti che come potenza nominale superano i 50 kWp.

Un ultimo aspetto per cui è importante l’appartenenza ad una delle tre tipologie di impianti, è legato alla possibilità di accesso a contributi agevolati che alcune Regioni mettono a bilancio proprio per finanziare l’installazione degli impianti fotovoltaici Grid Connect, ma la loro presenza dipende esclusivamente dalle politiche regionali, ed è quindi necessario informarsi presso la propria Regione di appartenenza.