Costi Fotovoltaico: dove poter risparmiare?

Per un impianto fotovoltaico i costi complessivi necessari alla sua realizzazione dipendono da una molteplicità di fattori, e solo una parte di essi può essere determinata a priori in modo standardizzato, mentre per la maggior parte è necessario provvedere ad una valutazione e personalizzazione del preventivo di spesa. E’ comunque evidente che nell’arco di pochi anni i costi per l’installazione di un impianto fotovoltaico si sono ridotti in modo sostanzioso, e ciò è stato reso possibile sia dall’ingresso di nuove aziende di produzione nel settore e sia dall’entrata in mercato di un maggior numero di installatori. La concorrenza ha provveduto a ridurre la speculazione e a calmierare i prezzi.

 

Fotovoltaico costi: costi e prezzi variabili ma alcuni punti fermi

I costi di un impianto fotovoltaico sono condizionati da diversi fattori a partire dall’azienda produttrice: le aziende italiane offrono prodotti qualitativamente elevati, ma anche più costosi rispetto a quelli cinesi. Ovviamente ci sono altri aspetti da considerare. Ad esempio se ci si riferisce a grandi aziende come Beghelli e Enel si ha un rapporto quasi diretto con l’azienda produttrice, che attraverso i vari punti vendita sarà in grado di fornire anche assistenza e manutenzione costanti. Nel caso di impianti fotovoltaici o singoli componenti prodotti invece da aziende straniere questa possibilità viene meno. Quindi bisogna valutare separatamente quanto incide sia da un punto economico, che da un punto di vista di tranquillità personale, il minore o maggiore costo alla luce della maggiore o minore assistenza.

 

Fotovoltaico costi: dove si possono fare dei tagli alle voci di spesa

A nessuna voce in assoluto. Infatti l’installazione di un impianto fotovoltaico rappresenta un investimento impegnativo, conveniente soprattutto se proiettato in un orizzonte temporale molto lungo (la garanzia di efficienza e durata dei pannelli arriva ai 25 anni). Inoltre considerando che la voce di spesa che ha un maggior peso è rappresentata dal costo dei pannelli solari (che devono essere scelti per ottenere il miglior rendimento, anche alla luce degli incentivi che remunerano in funzione dell’energia prodotta), non ha alcun senso risparmiare poche centinaia di euro per i componenti minori, quali inverter, cavi, assistenza, ecc. In questi casi si rischierebbe di ridurre le capacità di efficienza dell’impianto, se non nel breve, comunque nel medio periodo, con costi notevolmente superiori nei casi in cui bisognerà tornare a mettere mano all’impianto già installato ( e nel frattempo aver perso dal punto di vista economico la possibilità di massimo rendimento dagli incentivi e dal risparmio in bolletta).