Batterie di accumulo per Impianti Fotovoltaici: come e cosa scegliere

Quando si parla di batterie di accumulo per impianti fotovoltaici, si parla di un sistema che permette di ottenere diversi vantaggi, come la possibilità di poter riuscire ad avere sempre e comunque energia elettrica all’interno della propria abitazione.

 

Cosa sono gli accumulatori

Questi particolari oggetti, ovvero le batterie di accumulo per impianti fotovoltaici, rappresentano un tipo essenziale di oggetto che, in casa propria, non deve mai mancare.
Questo per il semplice fatto che, i suddetti oggetti, sono in grado di accumulare una determinata quantità di energia elettrica che viene prodotta sfruttando appunto gli impianti fotovoltaici.
Essa potrà essere poi sfruttata sia per utilizzo personale, ad esempio la notte o durante i blackout, ma potrà anche essere venduta alla compagnia con la quale è stato stipulato l’accordo di compravendita dell’energia elettrica prodotta con tali impianti.

 

I vantaggi di tale tipologia di sistema

Le batterie rappresentano però un’aggiunta che potrebbe far aumentare di parecchio il costo del pannello fotovoltaico.
Bisogna infatti sottolineare che, il loro costo, è di circa quattromila euro il quale deve essere sommato a quello dell’impianto fotovoltaico.
Bisogna però tenere conto del fatto che, grazie a tale tipologia di sistema, sarà possibile poter sfruttare l’energia elettrica in circostanze differenti, senza alcuna tipologia di problematica.
Queste batterie devono essere viste come un particolare tipo di investimento, il quale potrà essere recuperato col passare degli anni e che sicuramente farà piacere a coloro che hanno appunto questi sistemi installati nella propria casa.

 

Le caratteristiche di tali accumulatori

Gli accumulatori di energia elettrica degli impianti fotovoltaici risultano essere dotati di alcune caratteristiche importanti, come ad esempio quella relativa al risparmio sul costo di manutenzione, visto che tali oggetti risultano essere in grado di durare per diverso tempo senza creare particolari problematiche ad una persona.
Inoltre il loro funzionamento risulta essere continuativo e rapido, visto che questi oggetti comunicano con la centralina dell’impianto fotovoltaico e sono in grado di rilasciare l’energia elettrica in situazioni particolari.
Pertanto si parla di un investimento che risulta essere saggio ed in grado di offrire dei vantaggi incredibili.

 

I diversi tipi di accumulatori

Gli accumulatori risultano essere di tipo differente: ad esempio, vi sono quelli classici al piombo, in grado di funzionare in maniera rapida ma dal peso e dimensioni eccessive.
I modelli di accumulatori agli ioni hanno una durata maggiormente elevata rispetto quelle al piombo ma possono avere un costo leggermente superiore.
Quelle con tecnologia ad alta temperatura rappresentano il modello dal maggior rendimento energetico ma meno costanti, visto che quando viene raggiunta la temperatura massima, le batterie cessano di funzionare fino a che, la suddetta temperatura, non tende ad abbassarsi.
Bisogna anche sottolineare che vi sono tantissime altre varianti, ognuna delle quali con delle caratteristiche particolari e prive di conseguenze negative.
Sarà quindi prerogativa personale effettuare la scelta ideale per quanto riguarda l’acquisto di questi accumulatori, i quali non rappresentano una spesa obbligatoria ma offrono il massimo livello di soddisfazione ad una persona.

Potrebbero interessarti anche...